close
header_mostra_downgrade2

Dylan Dog – Downgrade

Fase 2: presagi da un futuro passato

Condividi:
Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someone
downgrade  
downgrade-2
L’esposizione centrale dell’evento si intitolerà DYLAN DOG: DOWNGRADE e sarà la mostra più importante dell’intera manifestazione. Essa si terrà all’interno delle sale del palazzo comunale di Castiglione dei Pepoli e il suo percorso tematico avrà come argomento centrale il nuovo inizio della testata, la cosiddetta FASE 2. La mostra presenterà il raffronto tra i tòpoi dylandoghiani degli esordi degli anni ’80 e il modo in cui essi vengono rivisti e aggiornati nelle pagine del nuovo corso.

L’idea è quella di organizzare l’allestimento mettendo in mostra le tavole delle origini di Dylan Dog raffrontandole con quelle delle ORIGINI NUOVE della testata. Per fare qualche esempio pratico: vedremo l’accostamento tra le prime tavole del numero 1 e quelle dell’esordio della FASE 2; quello tra la scena della prima apparizione di Bloch e quella dell’apparizione del nuovo e temibile Ispettore Carpenter; tra quella del primo Groucho e quella del Groucho attuale, armato di smartphone.

La scelta del raffronto tra i due momenti cardine della storia editoriale dell’indagatore dell’incubo determinerà un triplice risultato: il primo, semplice ma mai scontato, sarà quello di raccontare al pubblico le origini del fumetto mostrandone i binari narrativi principali; il secondo sarà quello di introdurre delle anteprime che certamente attireranno schiere di appassionati a visionare la mostra; il terzo, e più interessante di tutti, sarà quello di mettere in identità per accostamento il Dylan degli esordi e quello della FASE 2. L’accostamento darà peso e materia al cambio pur mostrando chiaramente, nella trasparenza grafica delle tavole accostate spazialmente, come la nuova gestione di Roberto Recchioni non stia distruggendo né snaturando la poetica della testata.

 

Condividi:
Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someone

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Go top