close
earthset-header

Earthset

Il progetto nasce nel gennaio del 2012 dall’incontro tra Luigi Varanese (basso), Costantino Mazzoccoli (chitarra), Emanuele Orsini (batteria), ed Ezio Romano (voce e chitarra). I quattro, classe 1990, hanno influenze varie (Pink Floyd, Smashing Pumpkins, Jeff Buckley, Sonic Youth tra gli altri) che riescono a miscelare in una produzione variegata, ma stilisticamente coerente, difficilmente inquadrabile in rigide classificazioni di genere.
Nel dicembre del 2012 realizzano un primo DemoEP contenente cinque brani, registrato in collaborazione con l’associazione culturale StudioSoundLab e presentato dal vivo il 7 Marzo 2013 al Freakout Club di Bologna. Nel maggio 2013 il gruppo viene selezionato per registrare un brano inedito al corso Advanced per Sound engineer tenuto da Maurizio Biancani presso lo studio di registrazione Fonoprint, in Bologna. In questa occasione conoscono Enrico Capalbo, (fonico presso lo studio, polistrumentista e sound engineer per, tra gli altri, Arto Lindsay, Luca Carboni, Gianmaria Testa, Paolo Fresu, Ofeliadorme, Francesco Guccini, Humberto Gatica) che si interessa al seppur giovane progetto.
Seguono due anni di concerti, tra cui spiccano il live presso il The Good Ship a Londra e la diretta radio presso la ICRadio, radio studentesca dell’Imperial College di Londra, nonché le date bolognesi presso il Freakout Club, il Locomotiv Club (in apertura a Martin Hagfors&C+C=Maxigross) e l’Alchemica Music Club (in apertura agli About Wayne, ben recensiti da Tuttorock).
La Band, contestualmente, lavora in autoproduzione al disco d’esordio.
Nell’ottobre 2014, il gruppo torna negli studi Fonoprint, sotto la direzione artistica e tecnica di Carlo Marrone (polistrumentista con, tra gli altri, My Own Parasite, Carlomargot, Murder) ed Enrico Capalbo, per le registrazioni del primo LP targato Earthset.
Il disco raccoglie dieci dei brani sinora composti dalla band, tutti legati da un medesimo filo conduttore, andando a formare un quasi-concept.
Il tema centrale è quello degli stati alterati di coscienza, che diventano ora fonte di riflessione per raggiungere l’auto consapevolezza, ora momenti di ricercata o sofferta solitudine, ora di straniamento sensoriale e paura. Dal punto di vista musicale, questo continuo stato di alterazione, evoluzione e dinamismo è affidato ad una scrittura strutturalmente non lineare, intrecci di chitarre caratterizzati da suoni acidi e taglienti, passaggi tra distorsioni pesanti e limpidi puliti, atmosfere psichedeliche tendenzialmente fredde e disturbate da inserti noise.
L’uscita del disco è prevista per l’autunno 2015.

Commenta via Facebook

Vota per gli Earthset

Gli Earthset sul web

facebookyoutube

Condividi:
Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someone
Go top